“Trasferire l’ufficio del Giudice di Pace dall’immobile privato di via Mezzacapo in quello dell’ex Tribunale in località Tressanti”. E’ questa la richiesta fatta nei giorni scorsi dal sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone al Presidente del Tribunale di Lagonegro, Claudio Matteo Zarrella.

“Mi sembra giusto e doveroso – ha spiegato il primo cittadino – che si smetta di pagare un canone di locazione al proprietario della struttura in cui si trovano gli uffici e che questi vengano trasferiti nell’ex tribunale. Visto che il risparmio è stato uno dei motivi principali della soppressione del nostro tribunale, è giusto che questa politica della riduzione della spesa venga applicata senza alcuna distinzione”. Gli uffici del Giudice di Pace si trovano nell’edificio di via Mezzacapo da circa 15 anni. A pagare il canone di locazione in questi anni è stato sempre il Comune. Canoni che dovrebbero essere poi rimborsati al Comune da parte del Ministero della Giustizia ma da diverso tempo ciò non avviene e il credito maturato dall’amministrazione comunale sembra sia particolarmente corposo.

“Attendo ora una risposta da parte del Presidente del Tribunale di Lagongero – ha concluso il sindaco Cavallone – e mi auguro che questa risposta, che accoglie la mia richiesta, arrivi in tempi brevi in modo tale che si possa subito procedere al trasloco degli uffici nella struttura di via Tressanti e contribuire così ad un ulteriore risparmio della spesa per le strutture giudiziarie”.

– Erminio Cioffi –


Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano