Nonostante l’intensa attività repressiva portata avanti dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, non si arresta l’ondata di furti nel Vallo di Diano. La notte scorsa a farne le spese è stato un magazzino utilizzato come deposito giudiziario ubicato in Contrada Fiego, nei pressi di Via Santa Maria degli Ulivi, nella frazione Trinità di Sala Consilina.

Il colpo, stando ad una prima stima sommaria, ha fruttato un bottino di almeno trentamila Euro. I malviventi, infatti, sono riusciti a portare via un furgone, numerose stufe a pellet e alcune lavastoviglie da bar. I ladri, viste le modalità con cui sono entrati in azione, probabilmente sapevano di andare a colpo sicuro e che nel magazzino avrebbero trovato materiale di valore. I malviventi sono entrati in azione probabilmente di notte ed hanno fatto man bassa di stufe a pellet e lavastoviglie industriali. Il materiale rubato era frutto dell’attività di pignoramento per insolvenze amministrative ed era destinato ad essere venduto all’asta. Il bottino è stato caricato a bordo di un furgone che era parcheggiato all’interno del deposito giudiziario. Oltre a sette stufe a pellet ed a cinque lavastoviglie da bar sono stati portati via anche numerosi capi di vestiario ed altri oggetti. Per poter uscire dal deposito, i malviventi hanno dovuto forzare il cancello scorrevole che permette l’accesso degli autoveicoli all’interno del deposito.

Subito dopo la scoperta del furto, sono stati allertati i Carabinieri della locale Stazione. I militari hanno subito avviato le indagini per cercare di risalire all’identità degli autori del furto. Non si esclude possa essersi trattato di un furto su commissione: i militari stanno verificando la presenza di eventuali videocamere a circuito chiuso installate lungo le strade che conducono al deposito per poter eventualmente trarre dai filmati elementi utili per poter individuare i ladri.

– Erminio Cioffi –


Commenti chiusi