concertoLa crisi economica fa sentire il proprio peso anche sulla festa patronale di Sala Consilina. Da domani, 28 settembre, fino a martedì 30, si terranno i tre giorni di festa in onore di San Michele Arcangelo, Santo Patrono della Città.

La Procura che organizza i festeggiamenti, con un comunicato stampa ha voluto rispondere alle critiche ricevute in questi giorni per non aver scelto per il tradizionale concerto del 30 settembre, un “cantante di grido”, così come accaduto negli anni scorsi. A far storcere il naso è stata la scelta caduta sugli “Albatros”, gruppo in voga negli anni ’70 ma sconosciuto alle nuove generazioni, che si esibirà il 30 settembre in Piazza Umberto I. Gli Albatros sono stati fondati a metà degli anni ’70 da Toto Cutugno e si sono sciolti dopo pochi anni. All’attivo del gruppo un terzo posto al Festival di Sanremo del ’76.

“L’esibizione del complesso musicale Albatros – scrive la Procura in un comunicato – prevista per il 30 settembre è stata gratuitamente offerta dalla Regione Campania. Le difficoltà economiche in cui versano le famiglie e le attività commerciali nella nostra Città  hanno provocato una sensibile riduzione delle offerte, situazione aggravata dalla mancanza di contributi da parte degli Enti locali. Tanto ha imposto una riduzione delle spese per la serata del 30 settembre e in generale per i festeggiamenti che, comunque, mantengono un’alta dignità religiosa e civile”.

Le polemiche legate alla scelta del cantante lasciano l’amaro in bocca perché mettono in secondo piano l’aspetto religioso della festa e forse la sobrietà dei festeggiamenti civili servirà a far sì che ad essere messa in risalto sia la figura del Santo Protettore e non quella del “cantante famoso”.

– Erminio Cioffi –


Un commento

  1. maria pierri says:

    piuttosto che polemizzare sul gruppo scelto xke nn vi riunite in silenzio a riflettere sul dolore ke in questi gg sta straziando il vallo!!!!!!! tt il rispetto x i Santi , ma secondo me, questi festeggiamenti andavano sospesi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*