Domani, alle ore 10, presso l’audiotorium dell’ITIS Gatta in via Pisacane a Sala Consilina, in occasione della “Giornata della Memoria” sarà  presentato il libro di Roberto Lughezzani “La lunga strada sconosciuta. Una famiglia ebrea nella morsa del nazifascismo”.

Alla presentazione interverranno, oltre all’autore, Gaetano Ferrari, Sindaco di Sala Consilina, Vincenzo Garofalo, Assessore alla Pubblica Istruzione, Mariantonietta Trotta, Dirigente scolastico, Anna Skall, figlia di Heinz Skall, Riccardo De Gennaro, Direttore della rivista «Il Reportage» e Carmine Pinto, dell’Università degli Studi di Salerno. Coordinerà i lavori Angelo Mastrandrea, vice direttore de «Il Manifesto», autore di un reportage sulla famiglia Skall.

Il libro racconta la vicenda di Hela Schein e di Otto e Heinz Skall, nonché di Willi Kleinberg e Gusti Mandler (rispettivamente secondo marito di Hela e seconda moglie di Otto). Una famiglia ebrea vittima della persecuzione nazifascista. Heinz Skall, dopo il varo delle leggi razziali. finisce nel campo d’internamento di Campagna e poi a Sala Consilina dove intreccia una storia d’amore con una giovane insegnante, Rita Cairone, che sposerà dopo la guerra. Heinz resterà il depositario delle lettere  che i suoi gli avevano scritto negli ultimi anni di vita e che testimoniano la ferocia con cui il nazismo infierì su milioni di esseri umani, di null’altro colpevoli che di essere ebrei.

– Erminio Cioffi –


Commenti chiusi