A Sala Consilina giunge al giro di boa la XXIII edizione della rassegna nazionale “Teatro in Sala”, curata dall’associazione “I Ragazzi di San Rocco”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Spazio alla produzione teatrale locale domani, alle ore 18:00, per dare riconoscimento e dignità alle attività di base del Vallo di Diano. Infatti, il Teatro comunale “Mario Scarpetta” ospiterà la Compagnia Teatrale “Sant’Arsenio – Ieri, Oggi e Domani” che metterà in scena “Tonino Cardamone, giovane in pensione” di Paolo Caiazzo, per la regia di Luigi Biscotti.

Si tratta di una commedia brillante in due atti che sfiora anche un tema, la pensione, di stretta attualità, in tempi di “Quota 100”. Infatti, il testo narra di un quarantenne, Tonino Cardamone, precocemente pensionato per disturbi mentali. La saggezza della follia lo aiuta ad analizzare il mondo che lo circonda con estrema lucidità. Alla fine non si capisce se è matto per davvero oppure finge per intascare l’assegno mensile. Ma la vicenda non finisce qui, per conoscere l’imprevedibile seguito appuntamento al Teatro Scarpetta domenica.

Sempre all’insegna del riconoscimento del genius loci, lo spettacolo della Compagnia santarsenese sarà preceduto dalla conversazione con un ospite, che sarà il cantante lirico Pietro Di Bianco il quale, partito da Padula, da circa dieci anni porta il bel canto sui palcoscenici di tutta Europa. Per la precisione, Pietro Di Bianco è basso baritono e il suo canto ha già dato voce a personaggi come Leporello nel “Don Giovanni”, a Selim ne “Il turco in Italia” e Beaupertuis in “Il cappello di paglia di Firenze”, tra gli altri.

– Annamaria Lotierzo – 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*