Una discarica a cielo aperto nascosta da sterpaglie ed erbacce è venuta fuori nella giornata di ieri in pieno centro a Sala Consilina, in un terreno di proprietà privata ubicato al centro, tra via Giovanni Camera e via Boschi, nei pressi della chiesa di San Michelicchio.

Al termine delle operazioni di pulizia del terreno effettuate dagli operai del Comune, quello che è saltato fuori lascia senza parole. Rifiuti di ogni genere buttati lì sapendo forse che sarebbero rimasti nascosti sotto le erbacce. Oltre ai “classici” sacchetti contenenti rifiuti domestici di vario genere, sono venuti alla “luce” anche elettrodomestici come ad esempio un frigorifero ed alcuni televisori, bidoni di plastica che contenevano vernici, giocattoli rotti, materiale di risulta proveniente da qualche cantiere edile e chi più ne ha più ne metta. Va da sè che un cumulo di rifiuti del genere sia diventato un naturale ricettacolo di topi di “piccole”, “medie” e “grandi” dimensioni.

Una situazione di degrado così vasta è frutto dell’inciviltà di quelle persone che, non è dato sapere se vivono o meno nella zona, nel corso del tempo hanno avuto la “felice” idea di praticare lo “sport” del “lancio del sacchetto” nel terreno in questione. Una situazione simile si è verificata anche nella zona a valle del paese dove in un terreno che si trova alla base del palazzo “Quattro torri” sono stati trovati rifiuti di ogni genere lanciati dalla finestra da una o più persone che vivono nel palazzo.

– Erminio Cioffi –


Commenti chiusi