Dal 1° Luglio prossimo la Tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina ritorna alle origini, rientrando sotto la responsabilità di un luogotenente.

Un ritorno completamente indolore: nella pratica, consiste nell’affidamento della responsabilità della struttura ad un maresciallo di comprovata esperienza al posto di un ufficiale, rappresentato, in tutti questi anni, da un tenente che, dopo i “canonici” tre anni e mezzo è stato trasferito ad altra sede.

Nella sostanza, per i 25 militari in servizio presso la Tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina non cambia assolutamente niente. Chi temeva, quindi, che con l’accorpamento del Tribunale di Sala Consilina a quello di Lagonegro il ruolo della Tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina venisse minimamente compromesso, può stare tranquillo: l’unico cambiamento riguarda il comando della struttura che passa da un tenente ad un luogotenente. In verità, considerando il fatto che, in ossequio al regolamento interno della Guardia di Finanza, il comandante ufficiale veniva sostituito ogni tre anni, il ritorno alle origini potrebbe addirittura rivelarsi più produttivo e vantaggioso per un presidio che, ripensando ai fasti del maresciallo Giovanni Cicala e di Natalino Viceconte, non ha certamente tradito le attese e la fiducia dei cittadini.

Dal 1° Luglio, quindi, i 25 militari in servizio presso la caserma dei finanzieri di Sala Consilina continueranno senza alcuna interruzione il loro lavoro con la solita attenzione al territorio e puntuale programmazione delle verifiche tributarie. Il tenente Giuseppe Mosca, comandante in carica a Sala Consilina fino al 30 Giugno prossimo, invece, andrà a dirigere la sezione della Guardia di Finanza di Crotone.

– redazione –


 

Commenti chiusi