E’ durato circa sei ore il consiglio comunale di Sala Consilina ed alla fine ha visto l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno con quasi la costante del voto contrario da parte dei consiglieri di opposizione presenti.

Un consiglio che, così come era prevedibile, è stato particolarmente infuocato soprattutto quando si è discusso sui punti all’ordine del giorni relativi alle aliquote di alcune imposte e sulla discussione della delibera per l’approvazione del bilancio di previsione e del piano triennale delle opere pubbliche. Particolarmente accesa è stata la discussione sul piano economico finanziario del costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. L’assessore all’ambiente Vincenzo Garofalo ha fatto presente che la spesa annua di gestione del servizio è pari a circa 2 milioni e 200 mila Euro e di questa cifra, circa 1 milione di Euro è per le spese del personale. L’opposizione ha chiesto una razionalizzazione delle spese ed in particolar modo ha chiesto chiarimenti sulle varie convenzioni poste in essere per lo smaltimento di rifiuti di diversa natura e sui contratti di servizio che ruotano intorno al settore dei rifiuti. La maggioranza ha anche accolto una proposta fatta dal Gruppo Positivo sulla revisione della convenzione per il conferimento dei metalli.

Per quanto riguarda, invece, l’approvazione delle aliquote dell’imposta comunale sui servizi (TASI) anno 2014 è stata fissata all’1,6 per mille l’aliquota ordinaria ed invece al 2,5 per mille quelle sulle abitazioni principali. Invece l’addizionale comunale all’imposta sul reddito delle Persone fisiche per l’anno 2014 ha subito un aumento passando dallo 0,6 per mille del 2013 allo 0,7 per mille per l’anno in corso. Per la IUC invece è prevista l’esenzione per la prima casa invece per gli altri immobili l’aliquota è pari allo 0,9 per mille ed invece allo 0,20 per mille per i fabbricati rurali. Non sono mancate le polemiche invece sul piano delle opere pubbliche. Il Gruppo Positivo ha puntato il dito contro l’amministrazione per non aver previsto nulla di concreto per migliorare le condizioni della viabilità nel quartiere dell’Ariedda. Il consigliere Giuseppe Colucci invece in fase di approvazione del bilancio ha più volte ribadito che si tratta di un bilancio nullo e privo di chiarezza, veridicità e trasparenza.

“Questa nuova amministrazione – ha dichiarato il consigliere Michele Galiano – non è riuscita ad invertire la marcia rispetto alla precedente, tutto aumenta e le spese non diminuiscono”.

– Erminio Cioffi –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.