Oggi pomeriggio i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, nell’ambito di specifici servizi di controllo del territorio per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto A.M., 24enne del posto.

Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto ad una perquisizione personale e locale presso il proprio domicilio. Vista la particolare e crescente agitazione che ha dimostrato nel corso del controllo, i militari della Stazione Carabinieri di Sala Consilina hanno deciso di approfondire gli accertamenti, facendo intervenire sul posto anche un’unità del Nucleo Cinofili di Pontecagnano.

I sospetti si sono svelati presto fondati grazie al cane antidroga. Sono così riusciti a scovare un borsone cerato, all’interno del quale erano riposti 7 sacchetti di cellophane, contenenti circa 700 grammi di marijuana, ben nascosto nell’incasso inferiore di un mobile posto sul retro della cucina, pieno di detergenti ed altri prodotti sanitari. Le successive analisi di laboratorio hanno consentito di certificare un elevato principio attivo, sufficiente per poter sostenere nei confronti del giovane la sussistenza dell’ipotesi della detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Se immessa sul locale mercato, infatti, lo stupefacente avrebbe fruttato un guadagno netto di diverse migliaia di euro.

Il 24enne è stato pertanto tratto in arresto ed associato in regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione, a disposizione dell’Autorità giudiziaria per il rito direttissimo, fissato nella mattinata di domani.

– redazione –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*