Si terrà venerdì 26 gennaio, in piazza Umberto I di Sala Consilina, l’incontro “Memoria, vaccino contro l’indifferenza” organizzato dall’Associazione E20positivi con gli studenti delle Scuole Medie ed Elementari del I circolo didattico del comune di Sala Consilina e con la popolazione tutta, affinché il ricordo dell’apertura dei cancelli di Auschwitz si traduca in un’apertura mentale, vera e profonda, nei confronti delle minoranze.

Contestualmente si procederà all’installazione di una colonnina simbolica di libri oggetto di censura in epoche più o meno recenti, alla quale seguirà un esperimento sociale e la narrazione delle ragioni più profonde che portarono al disprezzo nei confronti dei diritti fondamentali della persona, successivamente consacrati nella Costituzione della Repubblica italiana.

La colonnina simbolica resterà installata, nelle ore diurne, nella piazza di Sala Consilina fino a domenica 28 gennaio. Nei giorni successivi, i libri saranno donati alle Scuole Medie ed Elementari del I e del II circolo didattico del comune di Sala Consilina.

Lunedì 29 gennaio e mercoledì 31 gennaio i membri dell’Associazione E20Positivi incontreranno gli studenti delle Scuole primarie del II circolo didattico di Sala Consilina, affinché il ricordo dei tragici eventi del passato possa sensibilizzare le nuove generazioni e rendere ai loro occhi inaccettabile qualsiasi compromissione dei diritti personali.

‘Memoria, vaccino contro l’indifferenza’, perché la persona non sia mai più calpestata – affermano gli organizzatori – e perché la società abbia sempre uno sguardo attento nei confronti dei diritti umani“.

– Maria De Paola –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*