carabinieri ricerche montagnaPomeriggio di paura, ieri, a Sacco, dove un bambino di 4 anni, sfuggito al controllo dei genitori, ha mandato in fibrillazione l’intera comunità.

Il piccolo si era allontanato dalla sua abitazione in compagnia del suo cagnolino, dirigendosi verso un’abitazione di una signora del posto. La signora, un po’ stupita per la verità, lo ha accolto, aspettando che un familiare si facesse vivo. Il cagnolino, intanto, aveva fatto ritorno a casa da solo e i genitori, a questo punto, hanno fatto scattare l’allarme. Lo spavento è cresciuto con il passare dei minuti e i familiari hanno immediatamente allertato anche i carabinieri che hanno partecipato attivamente alle ricerche.

Durante le ricerche è stato urlato il nome del bambino e così la signora che precedentemente aveva accolto il bambino è uscita dalla sua abitazione, chiedendo cosa fosse successo.

In quel preciso momento la vicenda si è conclusa, ovviamente a lieto fine ed i genitori, dopo oltre due ore, hanno potuto riabbracciare il loro figlioletto.

– redazione –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano