12 Agosto 2022

2 thoughts on “Sacco: invalido rischia di soffocare durante una sagra. Salvo grazie al pronto intervento del 118

  1. Mi pare di aver spiegato come si sono svolti i fatti. Lo ridico piu’ precisamente:
    -Un’ambulanza (quella presente alla sagra) e’ stata pagata dall’associazione “giovani sacchesi”. Quest’ambulanza ha due operatori VOLONTARI, specializzati in primo soccorso. Ossia cosi com’e’ stato. Non potevano caricare mio zio, e portarlo all’ospedale perche’ avrebbero lasciato oltre 450 persone senza un pronto intervento.

    -un’ambulanza (ossia quella di Piaggine, con a bordo 2 VOLONTARI un medico e un infermiere) stava rientrando da Rocca per un’altro intervento. Probabilmente la sala operativa, dopo aver chiamato Piaggine per prassi (perche’ la piu’ vicina) ha valutato chiamare Bellosguardo visto l’emergenza. Il disabile era privo di sensi e non respirava. Sulla carta Bellosguardo-Sacco e’ piu’ vicino di Rocca-Sacco. Nel rientrare, probabilmente era quasi arrivata ha allungato di 13 km (forse anche meno) passando per Sacco e giungendo difatti prima di Bellosguardo. Questa manovra ha praticamente salvato la vita a mio zio.

    -la terza ambulanza era quella ufficiale, perche’ la precedente sulla carta era piu’ lontana. Visto l’emergenza doveva partire per una questione di tempo.

    siccome la sala operativa, non e ‘ presente negli interventi, a mio modestissimo avviso ha fatto la cosa piu’ giusta e sensata che andava fatta.loro valutano e agiscono sulla carta e non su qualche post o critica di facebook su uno spreco di denaro pubblico quando era in atto un’emergenza per un disabile. Se serve a salvare una vita, spesso usano anche l’elisoccorso. In quel caso se il paziente si salva che succede? Si denuncia il 118? E se muore? Spreco anche in quel caso?Ancora complimenti a tutti i volontari e al 118.

  2. Mah…..non e’ questione di scena, semmai e da rimarcare, in negativo, la presenza di tre ambulanze per un intervento, quando ne bastava una attrezzata per bene, e le altre due pronte a intervenire per altre evenienze e non confluire tutte allo stesso posto, questo si che e’ grave.

Comments are closed.