I Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania, nella giornata odierna, hanno arrestato due pregiudicati napoletani sorpresi mentre rubavano gasolio dopo aver aperto un tombino che dà accesso alla cisterna di un condominio in una strada centrale di Vallo della Lucania.

I due erano particolarmente “attrezzati” per non dare nell’occhio: indossavano le classiche tute rifrangenti da operaio, erano muniti di attrezzatura completa nonché di un furgone con tanto di dispositivo lampeggiante. Insomma, tutto poteva far pensare a una regolare operazione di manutenzione.

Qualcosa però nel loro atteggiamento ha immediatamente insospettito i militari. I due uomini, infatti, resisi conto della presenza dei carabinieri, hanno iniziato a velocizzare le loro operazioni di finta manutenzione.

Sono bastati pochi attimi per capire che i falsi operai avevano appena prelevato quasi 1.000 litri di gasolio. Il furto è fallito grazie al tempestivo intervento dei militari dell’Arma.

– Paola Federico –

 

 

 

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*