A Roscigno, i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, comandata dal Tenente Davide Acquaviva, con il supporto del personale e dei mezzi del 7° Nucleo Elicotteristi Carabinieri di Pontecagnano Faiano, dopo una mirata attività di contrasto del fenomeno della coltivazione di marijuana per la cessione a terzi, hanno trovato e sequestrato due piantagioni in località “Monte Pruno”.

Le“piazzole” erano composte da 132 piante di Cannabis indica” (una da 21 e l’altra da 111 arbusti) di altezza compresa tra i tre e i quattro metri e del peso lordo complessivo di 1 tonnellata circa.

Gli arbusti erano in avanzato stato di fioritura e pronti per la vendita al dettaglio.

Le infiorescenze sarebbero state vendute sul mercato illecito ricavando almeno 8.000 euro per ciascuna pianta, per un profitto totale di circa un milione di euro.

Le piante, per i successivi accertamenti presso il Laboratorio di Analisi sulle Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Salerno, sono state sottoposte a sequestro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’operazione di Polizia Giudiziaria ha permesso di sequestrare oltre 130 kilogrammi di infiorescenze con un prezzo medio di mercato, al “fornitore”, che oscilla tra i 6 e i 10 euro al grammo e, dunque, nello specifico, un valore “all’ingrosso” non inferiore ai 700.000 euro, il quale aumenta nel mercato dello spaccio al dettaglio di oltre il 40%.

– Filomena Chiappardo –



Un commento

  1. Una domanda un sequestro da 1 milione di euro e nemmeno un arresto….praticamente queste piante sono nate così per caso….complimenti davvero!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.