Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato dal candidato sindaco Pino Palmieri e dispone che, ai fini della elezione del sindaco del comune di Roscigno e dei consiglieri comunali da eleggere nelle rispettive liste, si deve procedere al ballottaggio tra i due candidati alla carica di sindaco, Armando Mazzei, proclamato primo cittadino in seguito alle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio 2012, e Pino Palmieri, giunto secondo con soli due voti di scarto.

Per i giudici della sezione quinta del Consiglio di Stato, quindi, Presidente Luigi Maruotti, consigliere Carlo Saltelli, le due schede contestate da Pino Palmieri al termine dello spoglio andavano assegnate alla lista n° 2 “Roscigno Unita” e, pertanto, è stata disposta la correzione del risultato contenuto nel verbale redatto dalla sezione elettorale, attribuendo anche alla lista “Per una nuova primavera” 249 voti. Alla luce di questo verdetto di parità assoluta, quindi, il Consiglio di Stato ha disposto che, fino al prossimo ballottaggio che avrà luogo, presumibilmente, in occasione delle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo, continuino a svolgere le funzioni gli attuali organi comunali elettivi.

“Si va al ballottaggio con l’attuale amministrazione in carica? Bene così. Aspettiamo le motivazioni” è stato il commento, a caldo, del sindaco in carica Armando Mazzei, affidato al socialnetwork Facebook.

– redazione –


 

Commenti chiusi