Inaugurata a Roscigno la Scuola scavo “Monte Pruno”, istituita dalla Facoltà di Archeologia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, su iniziativa dell’Amministrazione Comunale e della Banca Monte Pruno.

Presenti al taglio del nastro, unitamente al parroco don Nicola Coiro, anche il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino, l’assessore regionale al Turismo Corrado Matera, la professoressa Bianca Ferrara della facoltà di Archeologia della “Federico II” e l’archeologa Maria Lucia Giacco.

E’ un progetto che abbiamo voluto con tutte le nostre forze – ha riferito il sindaco di Roscigno Pino Palmieri che abbiamo realizzato grazie alla disponibilità della Banca Monte Pruno tramite il suo Direttore Generale Michele Albanese. La presenza, in occasione dell’inaugurazione, del Presidente del Parco e dell’assessore regionale al Turismo ci inorgoglisce, perché ci trasmettono una vicinanza delle istituzioni che mai prima d’ora si era sentita così importante”.

Per il Presidente del Parco Pellegrino “si tratta di una occasione di sviluppo per la nostra area che ci consente di fare un decisivo passo di qualità”.

Per l’assessore regionale al Turismo Corrado Matera “la scuola scavo di Roscigno è un’operazione molto intelligente ed innovativa che consente di giocare una partita fondamentale nell’ottica della valorizzazione del territorio”.

Nell’occasione il sindaco ha provveduto ad affidare ufficialmente al Liceo Artistico di Teggiano, rappresentato dal Dirigente Scolastico Rocco Colombo, il progetto teso alla realizzazione di murales che saranno realizzati sulle facciate degli uffici pubblici di Roscigno. Anche questa iniziativa si avvale del prezioso e fondamentale contributo della Banca Monte Pruno.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*