Trovato in un’abitazione privata di Altavilla Silentina il defibrillatore dell’associazione “La Panchina”.

Il DAE era scomparso da inizio giugno ma l’associazione lo aveva scoperto solo nello scorso week-end: i Vigili Urbani, infatti, lo hanno ritrovato sabato. Il defibrillatore era finito in un’abitazione portato via da una coppia del posto.

Dopo il recupero, l’associazione “La Panchina” ha provveduto immediatamente all’acquisto delle piastre salvavita e del kit di primo soccorso, purtroppo scomparsi. Il kit salvavita è composto da un asciugamano monouso, una lametta e un paio di forbici ed è utile per la prima emergenza qualora si debba tagliare un abito, ripulire il torace dalla peluria o igienizzare l’assistito. A ripristinare la teca con lo strumento salvavita è stato il coordinatore della Protezione Civile comunale di Altavilla Silentina Vito Palmieri.

“Siano contenti che questa storia abbia avuto un lieto fine – commenta la presidente Emilia Verderameper noi era un grande danno. Togliere un defibrillatore ad una comunità vuol dire tranciare di netto l’opportunità di salvare vite umane. Chiediamo alle comunità e ai singoli cittadini di controllare le postazioni salvavita presenti sul territorio e segnalare i furti dei DAE, come in questo caso, indipendentemente da chi abbia compiuto il gesto”.

 

 

 


  • Articolo correlato:

18/06/2021 – Rubato defibrillatore ad Altavilla Silentina. L’associazione “La Panchina” denuncia l’accaduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*