Un macabro ritrovamento quello avvenuto giorni fa nelle montagne di Petina dove sono state scoperte delle ossa che, all’apparenza, potrebbero sembrare anche appartenenti ad un essere umano.

I Carabinieri della Stazione di Petina, coordinati dalla Compagnia di Sala Consilina agli ordini del Capitano Davide Acquaviva, hanno prelevato i resti ossei per procedere ad un approfondimento che vada oltre quello visivo.

Le ossa, infatti, ad un primo esame visivo potrebbero appartenere a qualche animale che vive in luoghi di montagna, come ad esempio un cervo.

Per chiarire ogni dubbio, dunque, i militari della Compagnia di Sala Consilina hanno sequestrato le ossa per far sì che si proceda ad un esame del DNA che riveli a chi sono appartenuti realmente i resti ossei.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano