Il mancato accoglimento di domande di ristoro da parte della Regione Campania a beneficio di molte aziende agrituristiche, che hanno pagato a caro prezzo gli effetti recessivi dell’emergenza pandemica, è dipeso dal mancato aggiornamento dell’albo regionale relativo agli operatori del settore. È quanto abbiamo chiarito in queste ore, dopo aver interloquito con gli uffici preposti all’assegnazione dei bonus in questione. Dagli stessi uffici abbiamo ottenuto rassicurazioni che saranno prese nuovamente in esame tutte le pratiche, così da procedere all’accoglimento delle richieste e alla conseguente elargizione dei relativi contributi”.

È quanto dichiarato dai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello e Michele Cammarano, che annunciano la presentazione di una mozione in occasione della prossima seduta del Consiglio regionale “per impegnare la Giunta a velocizzare e sburocratizzare le procedure di aggiornamento dell’albo regionale degli operatori agrituristici”.

Il settore agrituristico della Campania è una risorsa enorme per l’economia regionale e per questo va salvaguardata – affermano i consiglieri del M5S -. Parliamo di oltre 700 aziende nelle cinque province, con un fatturato annuo complessivo di circa 30 milioni di euro, ma che per il 2020 si avvia a registrare perdite non inferiori al 40%. Alla Giunta chiediamo il massimo impegno per evitare di mandare in default un comparto che va sostenuto e rilanciato”.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*