Rinnovo delle cariche all’ente “Riserve Foce Sele Tanagro Monti Eremita Marzano”. Il Vallo di Diano porta a casa per la prima volta un rappresentante affidando le redini della vicepresidenza all’attuale vicesindaco di Casalbuono, Italo Bianculli, eletto con 19 voti. La carica di presidente spetta, invece, al sindaco di Colliano, Antonetta Lettieri.

L’Ente Riserve Foce Sele Tanagro Monti Eremita Marzano si occupa di garantire e promuovere la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale. Il suo obiettivo è, infatti, la gestione, la tutela e la valorizzazione nell’area che interessa i comuni di Albanella, Altavilla Silentina, Aquara, Atena Lucana, Auletta, Buccino, Buonabitacolo, Calabritto, Campagna, Capaccio, Caposele, Casalbuono, Castel San Lorenzo, Castelcivita, Castelnuovo di Conza, Colliano, Controne, Contursi Terme, Eboli, Laviano, Montesano sulla Marcellana, Oliveto Citra, Ottati, Padula, Palomonte, Pertosa, Petina, Polla, Postiglione,  Roccadaspide, Romagnano a Monte, Sala Consilina, San Rufo, Sant’Angelo a Fasanella, Sant’Arsenio, Sassano, Senerchia, Serre, Sicignano degli Alburni, Teggiano e Valva.

Sono trentanove i comuni coinvolti insieme a cinque comunità montane, due province e la regione Campania che attraverso l’ente in questione vigilano su un’area di grande interessa naturalistico che abbraccia la fascia litoranea, i due bacini fluviali fino ai monti, interessando parte della provincia di Salerno e di Avellino.

Nel Vallo di Diano questo ente è percepito come un vincolo – dichiara Italo Bianculli –  ma alla luce della nuova programmazione europea e con il rinnovo delle cariche si punta a dargli un ruolo ben diverso in termini di opportunità.

– Tania Tamburro –


 

 

 

 

Commenti chiusi