Si sono tenute questa mattina, nelle scuole di Sassano e di Monte San Giacomo, le esercitazioni del progetto “Col Terremoto io non Tremo….” della Protezione Civile Gruppo Lucano – Sezione di Sassano. Rivolto essenzialmente agli insegnanti, ai responsabili dell’emergenza nelle scuole, agli studenti, il progetto si prefigge, attraverso corsi di formazione, istruzione e aggiornamento, di fornire informazioni utili per la prevenzione e le norme elementari e di comportamento da tenere in caso di terremoto.

Proprio come è stato fatto durante le prove di evacuazione odierne a cui hanno preso parte studenti, insegnanti, volontari di Protezione Civile e amministratori comunali.

A Sassano la Protezione Civile Gruppo Lucano presieduta da Margherita Marra ha fatto visita ai plessi del Capoluogo e della frazione Silla. Ad accompagnarli c’erano anche il consigliere comunale Pio Biancamano e il Dirigente Interregionale Centro-Sud della Guardia Nazionale Ambientale, Antonio D’Acunto. A Monte San Giacomo, invece, erano presenti il sindaco Angela D’Alto, il vicesindaco Antonio Caporrino e l’assessore Aldo Manno. In entrambe le tappe i volontari sono stati supportati dalla presenza di Giuseppe Priore, presidente nazionale del Gruppo Lucano, e dal presidente provinciale Giovanni Marzucca.

Nel corso delle esercitazioni, tenute da Marzucca e da Margherita Marra, sono state spiegate le varie fasi comportamentali durante un’emergenza e un’evacuazione dell’istituto scolastico, i comportamenti che devono tenere i responsabili del plesso, la psicologia dell’emergenza in caso di evento sismico. Il tutto per evidenziare i rischi e i pericoli che si corrono non rispettando le norme di sicurezza e osservando quelle di comportamento da tenere in caso di terremoto mentre ci si trova a scuola.

Abbiamo nella pratica spiegato ad alunni e docenti come comportarsi in caso di un evento sismico al suono della campanella – racconta Margherita Marra -. Bisogna mettersi prima di tutto sotto i banchi e poi designare un capofila che conduce la fila, uno dopo l’altro, per riuscire ad evacuare e a mettersi in salvo. ‘Col Terremoto io non Tremo…’ è per noi un fiore all’occhiello tra i nostri progetti, perchè ci permette di dare alla popolazione scolastica informazioni fondamentali che possono poi tornare utili in momenti di emergenza che ci auguriamo non si verifichino mai. Intanto, però, è giusto essere preparati e sapere come comportarsi al meglio in caso di pericolo. Proseguiremo con il nostro progetto anche in altre scuole del territorio, tra cui Sala Consilina, Atena Lucana e Teggiano“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano