https://farm3.staticflickr.com/2925/14752776481_927a58ec7a_z.jpg

Ornella Muti sarà la madrina della cerimonia di premiazione di quest’oggi del 44esimo Giffoni Film Festival. L’icona del cinema italiano presenzierà alla decima giornata della kermesse, quella in cui viene consegnato il grifone al miglior film, lungometraggio e corto, in concorso nelle sei categorie. Ospiti attesi dell’ultima giornata anche Luca Argentero, Marco Palvetti, Paolo Conticini e la vj La Pina.

Penultimo giorno, tantissime risate: Paolo Ruffini, Frank Matano, Paolo Calabresi e Sidney Sibilia ne sono stati i mattatori, incontrando la stampa, i fan e i giurati. Alessia Piovan, modella ed attrice, e Marta Gastini, attrice internazionale che si è distinta in diverse pellicole horror e thriller, le quote rosa.

Insieme al cinema l’anno scorso con Fuga di cervelli, Frank Matano e Paolo Ruffini saranno di nuovo insieme ad ottobre nel film Tutto molto bello.paolo ruffini e frank matano gff La mente contorta (lo pseudonimo utilizzato su YouTube) di Matano produce dal 2007 video esilaranti e scherzi telefonici, per poi arrivare a Le Iene qualche anno dopo: “Ho iniziato quando in Italia Facebook ancora non era conosciuto. Ricordo che a Carinola, il piccolo paese da cui provengo, tutti mi prendevano in giro perché facevo lo scemo sulla rete. Sicuramente internet mi ha dato la possibilità di vincere la mia timidezza perché mai mi sarei sognato di fare un provino per la TV davanti a altre persone”. Campano Frank, toscano Ruffini, entrambi vengono da regioni che hanno dato i natali a tanti attori comici e ieri non sono mancati i raffronti con altre coppie celebri: saranno loro i nuovi Boldi-De Sica?

L’attore (e Iena) Paolo Calabresi e il regista  Sydney Sibilia hanno portato al Giffoni Smetto quando voglio, il “caso” cinematografico dell’anno: un gruppo di ricercatori universitari “che avrebbe diritto nella vita a fare quello che sa fare – racconta Sibilia – invece è costretto ad adattarsi” producendo e spacciando una nuova droga. paolo calabresi sidney sibilia gff“Non so quali droghe leggere debbano essere legalizzate, bisognerebbe chiederlo a Giovanardi”, ha ironizzato Calabresi. Il 33enne Sidney Sibilia, al suo esordio quest’anno al cinema con un lungo, è salernitano e da piccolo ha frequentato il Giffoni, di cui ben ha presente l’atmosfera e gli incontri che si fanno: “Io ho stretto la mano a Bud Spencer” ricorda sorridendo.

– Gianpaolo D’Elia –


 

Audio intervista ad Alessia Piovan


 

gff 2014 frank matano gff


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano