Da mercoledì 17 giugno in Basilicata riprendono tutti i servizi minimi essenziali di trasporto pubblico locale individuati nei contratti di servizio, ad esclusione dei servizi di tipo scolastico. Dovranno essere attuati garantendo ai lavoratori e agli utenti condizioni di sicurezza e al tempo stesso l’intera offerta di trasporto pubblico locale esercitata nel periodo precedente alla fase emergenziale.

Lo annuncia l’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Donatella Merra in riferimento all’ordinanza del Presidente Bardi emanata ieri.

Al contempo – annuncia Merra – continueranno ad essere implementati i servizi di trasporto pubblico locale automobilistico verso gli stabilimenti produttivi in attività, secondo il programma di potenziamento delle corse operaie dello scorso 21 maggio, in stretta connessione all’effettiva attività degli stabilimenti industriali. Tale potenziamento interverrà, ove necessario, verso i principali centri sede di pubblici servizi e di servizi istituzionali essenziali erogati dalla pubblica amministrazione. Trenitalia già da ieri ha ripreso tutti i servizi ferroviari e automobilistici, mentre Ferrovie Appulo Lucane ha disposto la completa ripresa di tutti i servizi dal prossimo 22 giugno, pur avendo comunque previsto già da oggi un ulteriore incremento dei servizi, sia su ferro che gomma, sulle principali relazioni. Rimane l’obbligo di un costante monitoraggio dei dati di traffico da trasmettere alle Amministrazioni titolari dei contratti”.

Grazie a queste attività – osserva l’assessore – riprende la normale offerta dei servizi di trasporto pubblico locale. Nella fase emergenziale il sistema ha dato prova di saper reggere alle difficoltà, anche grazie all’attenta programmazione e verifica da parte dell’Ufficio Trasporti regionale e del Dipartimento Infrastrutture e Mobilità e il fattivo lavoro svolto dalla Cabina di Regia istituita dall’Assessorato, che ha consentito di poter dare risposte alle legittime esigenze di mobilità espresse dall’utenza e nel rispetto delle condizioni di sicurezza”.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*