“Sul Corriere del Mezzogiorno del 3 giugno 2014 è stato pubblicato un Articolo dal titolo Le diciassette opere in Campania che aspettano lo «Sblocca Italia» nel quale vengono riportate alcune opere previste nella Regione Campania che attualmente risultano bloccate nelle fasi autorizzative e/o realizzative e viene auspicato il superamento degli ostacoli amministrativi in seguito all’emanazione dell’annunciato decreto legge “Sblocca Italia” da parte del Governo Renzi. La notizia, circolata in questi giorni, su una rinnovata ipotetica apertura di una discarica in località Serra Arenosa di Caggiano e di Vietri di Potenza ha avuto origine dalla pubblicazione del citato articolo, la stessa si basa esclusivamente su dati e notizie ricavate dal sito http://www.nimbyforum.it/home che riporta alcune opere ritenute “bloccate” nelle fasi autorizzative e/o realizzative”.

E’ quanto rendono noto, tramite un comunicato stampa, il Sindaco di Caggiano Giovanni Caggiano ed il Sindaco di Vietri di Potenza Carmine Grande. 

“A conferma che la fonte dell’articolo è unicamente il sito http://www.nimbyforum.it/home – proseguono i due sindaci – è attestato dall’immagine della cartina riportata nell’articolo del Corriere del Mezzogiorno, ripresa integralmente da questo sito. E’ bene sottolineare che il sito web in oggetto è sviluppato da Anci (Associazione dei Comuni Italiani), ma sponsorizzato prevalentemente da noti gruppi economici che hanno forti interessi nella gestione dei rifiuti. E’ opportuno rilevare che negli ultimi anni alcuni di questi gruppi sono stati più volte presenti nella cronaca nazionale anche per vicende di dubbia legittimità sempre per le loro attività connesse alla gestione dei rifiuti”.

I due primi cittadini sottolineano, inoltre, che “il giornalista si è basato esclusivamente su questi dati che offrono un’immagine parziale ed assolutamente interessata della Regione Campania nella quale sembrerebbe che le uniche opere sottoposte a qualche forma di blocco amministrativo risultino Discariche, Inceneritori e Impianti a Biomasse. Sono assolutamente assenti emergenze quali Pompei, l’Edilizia Scolastica etc…” ed è “del tutto evidente la volontà di grandi gruppi economici di tentare di rimettere al centro dell’azione del Governo la realizzazione dell’impiantistica per il trattamento dei rifiuti in Campania”.

“Esprimiamo il nostro disappunto – concludono Caggiano e Grande – nel constatare che l’Anci è coinvolto nella vicenda (sito Web in capo all’associazione del comuni quale fonte informativa dell’Articolo pubblicato sul corriere del Mezzogiorno) che ha creato danno alle collettività del Comprensorio ed alle Amministrazioni locali che si vedono al centro di fibrillazioni e polemiche per vicende ormai chiarite da anni: il Sito di Serra Arenosa dal punto di vista scientifico è stato ampiamente documentato essere assolutamente non idoneo ad ospitare un sito di Discarica”.

– redazione –


 

Commenti chiusi