Il protrarsi dell’emergenza sanitaria a seguito della pandemia da Covid-19 e ragioni prudenziali tese unicamente a salvaguardare il bene primario della salute pubblica, impongono quest’anno di ridimensionare il programma sia religioso che civile dei festeggiamenti che tradizionalmente salutano il rientro della Madonna dal Sacro Monte a Viggiano, la prima domenica di Settembre. Un appuntamento che puntualmente richiama nella cittadina di Viggiano decine di migliaia di pellegrini e visitatori e che, proprio a ragione di ciò, risulterebbe in questo momento impossibile da gestire, almeno nella sua forma tradizionale.

Con decreto del 12 luglio 2020, in particolare, l’Arcivescovo di Potenza, S. Ecc. Mons. Salvatore Ligorio, d’intesa con il Prefetto di Potenza Annunziato Vardé, ha disposto: “Per le processioni che tradizionalmente radunerebbero un grande numero di persone si è concordato di evitarle per quest’anno, limitandosi alla celebrazione delle Sante Messe e all’organizzazione dell’afflusso dei fedeli contingentando gli ingressi.

Alla luce di tale provvedimento – afferma il primo cittadino di Viggiano, Amedeo Cicala -, appare chiaro che quest’anno non potranno essere celebrate né l’ascesa della Madonna al Sacro Monte (inizialmente rinviata al prossimo 2 agosto), né di conseguenza la sua discesa (prevista per quest’anno il 6 settembre)“.

Allo stesso modo, sono annullate tutte le manifestazioni civili che abitualmente accompagna lo svolgimento della festa religiosa, dai concerti musicali alla consueta fiera che tradizionalmente anima le strade cittadine. Anche le celebrazioni religiose subiranno alcune importanti modifiche.

Si è convenuto con l’Arcivescovo ed il Prefetto di trasferire in forma privata, anche senza portatori, data la necessità di evitare ogni forma di assembramento che non rispetti la distanza di almeno un metro tra le persone, la venerata immagine della Madonna, nella mattina di domenica 6 settembre, in Piazza Papa Giovanni XXIII, dove alle ore 11.00 verrà celebrata dallo stesso Arcivescovo la Santa Messa, alla quale potranno partecipare non più di mille persone – dichiara Cicala -. Al termine della celebrazione eucaristica, la Madonna sosterà per l’intero pomeriggio nella medesima piazza, dove i fedeli potranno venerarla in tutta sicurezza e nel rispetto del distanziamento sociale previsto. Alle ore 19.00 verrà celebrata una seconda Santa Messa e finalmente alle ore 20.00, sempre in forma privata la Madonna farà rientro in Basilica“.

Per le celebrazioni della tradizionale Settimana di Ringraziamento, in programma dal 7 al 13 settembre, qualora le condizioni atmosferiche lo consentiranno è stato previsto di utilizzare lo spazio antistante la Basilica, ovvero Piazza Giovanni Paolo II, al fine di consentire un maggior afflusso di fedeli, sempre nel rispetto delle norme sanitarie vigenti.

Da viggianesi – sottolinea il sindaco, insieme a don Paolo D’Ambrosio, rettore del Santuario – comprendiamo più di tutti l’amarezza di queste limitazioni, ma riteniamo doveroso in questo momento dare all’intera Regione un segnale di responsabilità e di buon senso: ce lo impone la nostra fede, ma ce lo chiede anche la nostra coscienza civica. Nella speranza di poter tornare il prossimo anno ad onorare la Madonna, Regina e Patrona della Lucania, con tutto l’entusiasmo che ci è congeniale, auguriamo a tutti comunque una serena e santa Festa“.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*