Dopo l’operazione fatta agli inizi di luglio che ha portato all’arresto di due cittadini di origine marocchina per una serie di furti, commessi tra ottobre e novembre del 2020, sul litorale tra Eboli e Battipaglia, la misura cautelare emessa dal Tribunale del GIP di Salerno riguardava 3 persone però uno di loro, Youssef Fatallah 30enne marocchino, in quell’occasione non fu trovato durante l’operazione perché fuggito all’estero.

Il 30enne è una figura di spicco essendo l’organizzatore di tutte queste rapine e la mente pensante del gruppo. Era arrivato in Italia pochi mesi prima, tramite il canale clandestino sbarcando probabilmente a Reggio Emilia, e aveva intenzione di arrivare nel Nord Europa dove forse aveva dei parenti.

I Carabinieri della Sezione Operativa e gli Investigatori di Battipaglia, agli ordini del Maggiore Vitantonio Sisto, hanno individuato l’uomo in un paesino dell’Austria. E’ stata richiesta alla Procura l’emissione di un mandato di arresto europeo e nel giro di 48 ore, dall’inserimento nel sistema dell’INTERPOL del mandato, è stato rintracciato dalla Polizia austriaca ed è stato catturato.

Precisamente l’uomo è stato catturato a Vienna. Sono state anche avviate le pratiche per l’estradizione in modo da essere poi giudicato dalla Procura del Tribunale di Salerno insieme ai complici.

Un’operazione importante fatta dai Carabinieri che hanno chiuso un cerchio e dato una risposta alle vittime. E’ stato anche dimostrato che non è facile farla franca quando si commettono reati e si va all’estero grazie al sistema di cooperazione internazionale in ambito della Comunità Europea.


  • Articolo Correlato:

o3/ 07/2021 – Rapine, furti e ricettazione lungo il litorale tra Eboli e Battipaglia. Individuati due responsabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.