Ad oggi non ci sono state comunicazioni o notizie da parte dell’INPS riguardo alla situazione del piccolo Francesco Pio, dichiarato guarito da una malattia degenerativa dallo stesso istituto, nonostante il trapianto di fegato effettuato a Torino tre anni fa. Così il padre del bimbo, Vincenzo Melchiorre, ha condiviso un video su Facebook mostrando i vari medicinali anti-rigetto che il figlio deve assumere”.

Così la Lega Giovani Salerno continua ad interessarsi alla storia che vede protagonista Francesco Pio, nato nel 2015 e che tre anni fa fu sottoposto ad un trapianto di fegato. L’INPS a febbraio ha deciso di revocare la pensione di accompagnamento e la 104 al piccolo. Alla base di questa decisione sembrerebbe esserci la presunta guarigione del bambino.

“Ci siamo attivati per diffondere il video di papà Vincenzo – spiega Tiziano Sica, coordinatore Lega Giovani Salerno –  divenuto presto virale sui social network. È assurdo quello che sta accadendo a questa famiglia, a tal proposito dovrebbero intervenire il governo e le autorità competenti. E’ vergognoso che questa famiglia si sia ritrovata senza alcun tipo di sostegno da parte dello Stato. Noi non ci arrendiamo e continueremo a lottare contro quest’ingiustizia”.   

– Claudia Monaco –               


Articolo correlato:

14/05/2020 –   Revoca della pensione di accompagnamento e della 104 ad un bambino salernitano malato.La Lega:”Inaccettabile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*