Il Consiglio regionale della Basilicata ha provveduto a designare (13 voti e 3 schede bianche) Ivana Enrica Pipponzi quale consigliera regionale di Parità effettiva e Rossana Mignoli (10 voti e 6 schede bianche) quale supplente.

Ivana Enrica Pipponzi, già consigliera regionale di Parità effettiva durante la passata legislatura, è laureata in Giurisprudenza presso l’Università Federico II di Napoli e svolge la professione di avvocato. E’ stata componente della Commissione regionale per le Pari opportunità tra uomo e donna della Regione Basilicata.

Rossana Mignoli, laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Pisa, ha prestato assistenza in procedimenti giudiziari in materia di diritto del lavoro, con esperienza nel campo delle pari opportunità. Svolge la professione di avvocato.

Le due consigliere saranno nominate con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero per le Pari Opportunità, su designazione del Consiglio regionale.

Sono felice e onorata della designazione a consigliera regionale di Parità effettiva della Basilicata. Ringrazio tutti i consiglieri regionali che mi hanno votata. Per me è il riconoscimento del buon lavoro svolto, ma al tempo stesso mi carica di una responsabilità ulteriore per il lavoro da svolgere nel prossimo quadriennio – dichiara Ivana Pipponzi -. Aver ricevuto il voto favorevole della maggioranza e dell’opposizione mi aiuta a comprendere che la strada imboccata durante il primo mandato, quella della non faziosità politica con l’unico scopo di raggiungere la parità di genere, è la giusta via da percorrere. Avrò la possibilità di portare a termine i progetti e le iniziative messe in campo finora, tutti incentrati a promuovere parità e pari opportunità e a contrastare le discriminazioni di genere sul posto di lavoro. Ringrazio Luisa Rubino, la consigliera regionale di Parità supplente uscente, per la preziosa collaborazione data nello scorso mandato, e formulo i più affettuosi auguri a Rossana Mignoli che la sostituirà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*