Continuano serrati i controlli dei Carabinieri della Stazione di Santa Cecilia a tutela dell’ambiente su disposizione del Capitano Emanuele Tanzilli, Comandante della Compagnia di Eboli. L’ultimo intervento è stato effettuato dai militari insieme al personale tecnico del Nucleo Guardie Ambientali Accademia Kronos di Salerno in un allevamento bufalino situato in località Cioffi.

Il controllo ha consentito di accertare che l’imprenditore, benchè disponesse di varie vasche per lo stoccaggio degli insilati, aveva realizzato un sistema di pozzetti e canalizzazioni interrate che consentivano di smaltire illecitamente i liquami provenienti dalla maturazione degli insilati ed enormi quantitativi di scarti di prodotti ortofrutticoli posizionati alla meglio anche sul piazzale aziendale che, decomponendosi, producevano un denso e maleodorante percolato che insieme ai reflui raggiungeva i canali aziendali e poi il canale Lignara. Dopo un lungo percorso i reflui inquinanti venivano immessi nel mare che da molti giorni desta enormi preoccupazioni per la presenza di chiazze e colorazioni marroni.

Durante l’attività ispettiva i militari ed il personale tecnico Accademia Kronos hanno accertato che anche i liquami di una stalla in cui erano presenti capi bufalini venivano illecitamente smaltiti negli stessi canali aziendali.

Al termine dei controlli e a seguito delle violazioni accertate nel corso del sopralluogo è scattato il sequestro di tre vasche di oltre 800 metri quadri e di un piazzale di oltre 2500 metri quadri poichè interessati dalla presenza di insilato e scarti di prodotti ortofrutticoli. L’imprenditore è stato denunciato per il reato di illecito smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*