I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sala Consilina e della Stazione di Polla, diretti dal Capitano Paolo Cristinziano, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per rapina un 37enne residente a Polla con precedenti di polizia.

L’uomo, insieme ad un complice, lo scorso 15 agosto si è introdotto all’interno di una sala scommesse e dopo aver minacciato la dipendente con una pistola si è impossessato dell’intero incasso ammontante a diverse migliaia di euro. Dopo la rapina, i due si sono dileguati a piedi nelle vie adiacenti facendo così perdere le loro tracce.

L’attività investigativa, coordinata dalla Procura di Lagonegro ed avviata nell’immediatezza dalla Stazione di Polla, si è concentrata sulla visione dei filmati delle telecamere presenti all’interno dell’esercizio commerciale le cui immagini hanno consentito di acquisire informazioni importanti sul modus operandi e sull’abbigliamento indossato dai due rapinatori. Quanto raccolto dai militari della Stazione è stato poi ampliato da altri accertamenti eseguiti dal Nucleo Operativo della Compagnia di Sala Consilina le cui risultanze hanno consentito alla Procura di Lagonero di disporre nei confronti del 37enne la perquisizione domiciliare che ha permesso di sequestrare gli abiti indossati il giorno della rapina, le scarpe ed una pistola scacciacani.

L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato condotto nella Casa Circondariale di Potenza. Le indagini sono ancora in corso per identificare il secondo rapinatore.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

15/8/2020 – Rapina a Polla. Ignoti entrano nel centro scommesse armati di pistola e portano via l’incasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*