Personale della Squadra Mobile di Salerno oggi ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due minorenni autori di una rapina aggravata perpetrata agli inizi di gennaio.

Dopo la denuncia sporta dalla parte offesa, l’Ufficio della Squadra Mobile ha avviato una serrata attività di indagine per identificare gli autori del delitto, particolarmente allarmante in quanto consumato in pieno centro cittadino nei luoghi della movida giovanile. La rapina, infatti, è avvenuta vicino ai locali frequentati da giovani salernitani. Malgrado quindi la presenza di numerosi ragazzi nelle vicinanze, i rapinatori non hanno esitato a porre in essere la loro condotta delittuosa. Sotto la minaccia di un coltello si sono fatti consegnare il ciclomotore dalla vittima, noncuranti della loro riconoscibilità e del possibile intervento di altre persone.

Le indagini avviate nell’immediatezza dei fatti dal personale della Terza Sezione della Squadra Mobile, attraverso la deposizione della persona rapinata e la visione dei filmati delle telecamere, hanno consentito una compiuta ricostruzione dei fatti e l’individuazione dei due responsabili.

L’ipotesi investigativa, supportata da successivi riscontri, ha consentito anche di recuperare il ciclomotore sottratto. La Procura presso il Tribunale dei Minorenni di Salerno ha richiesto la misura cautelare con custodia in un istituto per minorenni per entrambi. Uno dei due risultava già gravato da precedenti penali.

La richiesta è stata accolta in toto dal Gip. I due giovani, pertanto, sono stati portati dalla Squadra Mobile in un istituto per l’esecuzione dell’ordinanza emessa dall’Autorità Giudiziaria in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*