I Carabinieri del Nucleo investigativo di Grosseto hanno notificato ieri un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Grosseto, a carico di un 47enne residente a Sapri.

Il provvedimento scaturisce da un’approfondita attività investigativa avviata nel mese di luglio, a seguito di diverse rapine commesse in città in rapida serie. L’uomo aveva agito solo con il volto nascosto da mascherina, cappellino ed occhiali e dopo aver minacciato il negoziante si era fatto consegnare i contanti presenti in cassa e quelli in possesso delle vittime stesse.

A farne i danni in particolare una lavanderia di Grosseto, la cui titolare aveva subito due rapine in tre giorni. Il 30 luglio l’uomo aveva rapinato una pizzeria malmenando il titolare. I Carabinieri hanno acquisito immagini, sentito molti testimoni e comparato le descrizioni, da cui erano emerse le caratteristiche fisiche ed una inflessione dialettale campana.

Raccogliendo tutti gli indizi, i militari sono così riusciti ad individuare l’uomo tracciando anche i suoi spostamenti, tra cui alcuni pernottamenti in strutture alberghiere: in particolare, nel corso di una perquisizione in un albergo, prenotato dal rapinatore sotto falso nome, erano stati rinvenuti alcuni capi di abbigliamento indossati durante una rapina.

Il 3 agosto scorso l’uomo era stato rintracciato ed arrestato a Napoli: in quell’occasione le manette erano scattate perché aveva violato la sorveglianza speciale allontanandosi da Sapri, da cui non poteva muoversi senza autorizzazione.

– Claudia Monaco –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*