immagine di repertorio

Un intero paese messo “sotto scacco” da un branco di cani randagi. Succede a Sant’Arsenio e a denunciare l’ennesimo caso di randagismo è Arsenio Biscotti, residente nel piccolo centro valdianese in via San Sebastiano, che da diversi giorni vede gironzolare per le strade del paese, senza una meta, le bestiole.

Non ne possiamo più, fate presto – dice Biscotti – mi rivolgo urgentemente a tutta l’Amministrazione comunale, ai Vigili urbani, alla Comunità Montana, agli animalisti, all’ Asl, alle associazioni varie e chi di competenza e li esorto a prendere seri provvedimenti. Ho dei figli piccoli – continua Arsenio –  e qui abitano tanti altri bambini che hanno terrore ad uscire di casa ed incontrare i randagi. Questi cani sostano davanti le nostre case  in cerca di cibo e digrignando i denti a tutti i passanti, abbaiano anche nelle ore notturne”.

Arsenio Biscotti fa, poi, un appello all’Amministrazione comunale: “Fatevi un giro in paese per rendervi conto della situazione. Siamo a rischio aggressione. Per evitare qualsiasi polemica – conclude – voglio precisare una cosa: nella mia famiglia abbiamo quattro cani ben accuditi e considerati alla pari di una persona. Penso che i veri bastardi non sono  quelle “povere bestie”, ma chi si è disfatto di loro buttandoli in mezzo alla strada mettendo in pericolo la loro vita, ma soprattutto la nostra”.

Giovanna Quagliano


 

2 Commenti

  1. toto’ diceva che i cani ti parlano con occhi, hanno fame dategli da mangiare crocchete costano poco

  2. fiato e parole sprecate. Se ne fottono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*