È stato denunciato uno dei rivoltosi protagonisti del tentato raid alla casa di De Luca. 

Come riporta “Il Mattino” sono state identificate altre persone che appartengono alle frange violente degli ultras della Salernitana.

I giovani, identificati attraverso le telecamere, hanno tra i 20 e i 30 anni. L’azione, probabilmente, è stata studiata a tavolino.

Si tratta di un gruppo che si è staccato dall’ala di protesta che manifestava pacificamente in piazza Amendola per chiedere il ritiro del Dpcm del Governo e dell’ordinanza della Regione.

Alcune decine di giovani si sono diretti nel quartiere Carmine dove era presente il primo blocco di Polizia, con mezzi autoprotetti e agenti in tenuta antisommossa.

Un gruppo di ragazzi ha cercato di aggirare gli agenti salendo per via Francesco Galdo, verso la sede Inps, e arrivare a Via Lanzalone nei pressi dell’abitazione del Governatore.

Intanto continuano le indagini della Digos per risalire ai nominativi di altri manifestanti.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

26/10/2020 – Salerno protesta contro il coprifuoco. Manifestanti sotto casa di De Luca

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*