Sono trascorsi 26 anni dalla morte di uno degli attori più amati dal pubblico italiano: Massimo Troisi. Era il 4 giugno del 1994.

Il giorno precedente erano appena terminate le riprese del suo ultimo capolavoro, “Il Postino”. La notizia della scomparsa dell’attore partenopeo si diffuse velocemente su tutti i media italiani fino a raggiungere in breve tempo anche Gerardo Ferrara, l’attore di Sapri che aveva vestito i panni di Troisi, come sua controfigura, proprio nel film “Il Postino”.

L’attore partenopeo infatti era affetto da una malattia al cuore che gli impediva di girare le scene più faticose. Da qui la necessità di una controfigura che trovò in Gerardo Ferrara la sua massima espressione. Tra i due nacque subito una splendida amicizia che sarebbe stata destinata a durare nel tempo se Troisi non fosse scomparso prematuramente.

Ma i ricordi dei due mesi trascorsi insieme, quelli sì, rimarranno per sempre. Di tutto questo abbiamo parlato proprio con Gerardo Ferrara che, nonostante siano trascorsi 26 anni, ricorda sempre con molta commozione l’amico Massimo.

– Maria Emilia Cobucci –

"Quell'indimenticabile abbraccio di Massimo". Il racconto di Gerardo Ferrara di Sapri, controfigura di Troisi

"Quell'indimenticabile abbraccio di Massimo". Il racconto di Gerardo Ferrara di Sapri, controfigura di Troisi

Pubblicato da Ondanews.it su Martedì 16 giugno 2020

2 Commenti

  1. Mariano Alabiso says:

    Grande come pochi!

  2. Giuseppe says:

    È molto bello che a distanza di tanti anni c’è ancora chi elogia il nostro caro Massimo…grazie

Rispondi a Giuseppe Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*