Per il secondo anno consecutivo Milano vince la Qualità della vita 2019, la graduatoria del “Sole 24 Ore” giunta alla trentesima edizione e pubblicata oggi. L’ultima classificata, quest’anno, è Caltanissetta, mentre Roma e Napoli salgono alcuni gradini.

Subito dietro il capoluogo lombardo, nella classifica generale, si confermano le località dell’arco alpino che fin dalle prime edizioni hanno popolato i vertici della classifica: Bolzano, Trento e Aosta.

Nella top ten delle province più vivibili si incontrano anche Trieste e Treviso. La coda della classifica è occupata dalle province del Sud: oltre Caltanissetta, all’ultimo posto per la quarta volta nella storia dell’indice, troviamo Foggia alla 105^ posizione e Crotone alla 106^, che la precedono di poco.

Posizione in classifica numero 86 per la città di Salerno che guadagna 9 posizioni rispetto allo scorso anno. Situazione simile per Potenza che si piazza al 75° posto, con otto posizioni recuperate rispetto al 2018.

Permane dunque anche il divario tra Nord e Sud, una costante nelle fotografie scattate dalla Qualità della vita. “Ricchezza e consumi”, “Affari e lavoro”, “Ambiente e servizi”, “Demografia e società”, “Giustizia e sicurezza”, “Cultura e tempo libero” tra gli indicatori presi in esame dalla classifica.

Antonella D’Alto

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*