La XXVIII edizione di Puliamo il Mondo diventa ad Eboli un’importante azione di riqualificazione di una suggestiva area storica della città, nel cuore del centro storico. Un’occasione in cui Legambiente e il Comune di Eboli tracceranno un’ulteriore strada tesa al recupero pieno delle aree.

L’obiettivo è ripulire un’area nel borgo antico, indicando così anche buone pratiche ai cittadini che già collaborano alla salvaguardia delle aree storiche.

Ringrazio Legambiente, che con questa iniziativa ci affianca in un’azione di recupero dell’intera area storica della città che rimane una nostra priorità – ha detto il sindaco Massimo Cariello, alla presentazione dell’iniziativa -. Puntiamo innanzitutto alla conservazione dell’esistente e questa occasione è anche uno stimolo per i residenti“.










L’intervento si svilupperà attraverso due momenti, domani, sabato 3 ottobre, e sabato 10 ottobre. L’area interessata è quella di Vico I e il Vico II di Via Barbacani, dove oltre alla pulizia saranno realizzati anche installazioni artistiche ed illuminazione mirata. L’occasione vede impegnati direttamente associazioni, scuole, imprenditori e privati che affiancheranno il Comune nell’azione di riqualificazione.

Un grande impegno – ha sottolineato Stefania De Rosa, del circolo Silaris Legambiente di Eboli – possibile grazie al supporto del Comune ed alla partecipazione di tanti volontari“.

Prevista anche la riscoperta di personaggi reali o di fantasia della tradizione ebolitana. “Strangolatora, Scorzamauriello, Marialonga e Gatto Mammome sono alcuni dei personaggi tramandati dalla tradizione orale – ho spiegato Paolo Sgroia -. Puntiamo alla loro riscoperta, per rinsaldare le tradizioni“.

Le due giornate saranno scandite preliminarmente dai protocolli di sicurezza sanitaria. Oltre alla pulizia, saranno realizzati laboratori didattici, performances teatrali e musicali, installazioni artistiche.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*