I mancati ristori al mondo delle partite Iva, oggi in piazza a Salerno per protestare contro De Luca, sono la fotografia della cruda e drammatica situazione attuale.

E’ quanto dichiara il consigliere regionale e segretario provinciale della Lega Salerno, Attilio Pierro.

Le misure messe in campo dal Conte-bis e da Palazzo Santa Lucia, come denunciamo da tempo, erano insufficienti allora e inesistenti oggi – continua Pierro -. Occorre invece invertire la rotta con ristori direttamente sui conti correnti bancari. Come Lega abbiamo richiesto l’eliminazione del criterio legato ai codici ATECO e provvedimenti rivolti all’intera platea dei 2,5 milioni di aziende e partite IVA con indennità calcolate sul decremento di fatturato dell’intero 2020 sul 2019“.

E conclude:”Siamo fiduciosi e crediamo che il nuovo Governo, di cui ci onoriamo di far parte, farà la differenza in tale direzione. Meno promesse, meno slogan e più concretezza“.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

19/3/2021 – Salerno: protesta delle partite Iva contro le misure anti-Covid. “Vogliamo lavorare, De Luca ci ascolti”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*