La Provincia di Salerno si costituirà parte civile, dinanzi al Tribunale Penale di Salerno, nel cosiddetto “Processo Chernobyl”. Ad annunciarlo è l’assessore provinciale all’Ambiente e agli Affari Legali, Adriano Bellacosa.

“Il presidente Antonio Iannone – spiega – ha raccolto immediatamente la sollecitazione formulata da parte del sindaco di Polla e consigliere provinciale Rocco Giuliano, perché anche la Provincia di Salerno si costituisse parte civile, quale ente danneggiato, dalle gravissime condotte contestate ai trentanove imputati del Processo Chernobyl”

“Si tratta – aggiunge Bellacosa – di una prima azione da porre in essere, a tutela del territorio della provincia di Salerno, e in particolare del Vallo di Diano, partecipando attivamente al processo di accertamento delle condotte illecite, cui dovrà unirsi ogni sforzo, sia amministrativo che politico, perché si ripari al danno arrecato alla nostra terra, con incisive ed efficaci azioni di risanamento“.

– redazione –


 

Commenti chiusi