nicola picaIl comune di Sant’Arsenio si costituirà parte civile nel Processo Chernobyl, in corso di svolgimento  presso la Corte di Assise e di Appello a Salerno e che vede imputate 39 persone per vari reati, tra i quali disastro ambientale e associazione a delinquere. Lo comunica, tramite una nota stampa, il sindaco Nicola Pica.

Il Sindaco precisa che “la vicenda è stato oggetto di attento interesse da parte dell’amministrazione da Lui guidata, fin dal 2008, quando nel mese di febbraio, con una delibera di giunta venne conferito incarico legale, all’Avv. Nicola Senatore, il quale tutt’ora, cura gli interessi del Comune di Sant’Arsenio nel corso del processo”.

Pica, inoltre, rassicurando i cittadini di Sant’Arsenio, molto preoccupati per le  “inesatte informazioni dell’ultimo periodo in merito ai rifiuti sversati su alcuni terreni comunali”, tiene a sottolineare che “le analisi effettuate dall’Arpac, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania, hanno classificato i rifiuti rinvenuti sui terreni del comune di Sant’Arsenio, coinvolti  nel Processo Chernobyl, come “Rifiuti Speciali NON PERICOLOSI, con Codice CER (Catalogo Europeo dei rifiuti) 190503”.

– ondanews –

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano