Ha suscitato scalpore quanto accaduto a Capaccio Paestum dove i genitori di un bambino di due anni hanno sporto denuncia presso la Stazione Carabinieri di Capaccio Scalo per presunti maltrattamenti subiti in una scuola privata che frequenta.

L’episodio sarebbe avvenuto il 14 settembre. Come si legge su “La Città di Salerno“, la madre nel pomeriggio si è recata presso l’istituto per andare a riprendere il figlio e, dopo aver bussato, ha udito una conversazione telefonica dall’interno in cui si parlava di un bambino che aveva riportato lesioni su viso e collo. La telefonata sarebbe stata interrotta all’annuncio dell’arrivo della madre del piccolo.

Così la donna ha notato segni evidenti sul viso del figlio. Chiedendo spiegazioni ad una maestra, le sarebbero state fornite diverse giustificazioni, tra cui quella che il bambino si fosse provocato da solo le lesioni perchè non voleva mangiare.

I genitori lo hanno poi portato all’ospedale di Battipaglia e qui i medici e il pediatra hanno confermato le lesioni.

Il giorno seguente da una telefonata intercorsa tra il personale della scuola e la mamma del bambino sarebbe emerso che una collaboratrice è stata sospesa e sarebbe venuta fuori l’ammissione: di uno schiaffo involontario al piccolo. Per questo motivo i genitori hanno sporto denuncia indirizzata alla Procura di Salerno. I Carabinieri di Capaccio Scalo indagano sull’accaduto per fare chiarezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano