Suini ammassati in due rimorchi sotto il sole e senza alcun sistema di abbeveraggio a Bella. È questa la denuncia che Rosa Cucciolillo, rappresentante dell’associazione ARCA (Associazione Recupero Cani Abbandonati) con sede a Tito e Baragiano, ha presentato ai Carabinieri Forestali della Stazione di Bella.

I fatti denunciati da Cucciolillo si sarebbero verificati lo scorso 30 luglio quando si trovava in località Bella Muro per la verifica di una segnalazione per un cane vagante sull’arteria stradale. A poche decine di metri dalla stazione ferroviaria, la donna ha denunciato di aver notato due rimorchi parcheggiati sotto il sole e con temperature elevate, con all’interno capi di suini”.

“Mi sono avvicinata ai rimorchi – ha dichiarato Rosa Cucciolillo – per verificare la condizione degli animali, dopo aver sentito un verso straziante. A mio avviso, un numero eccessivo di capi di suini visto lo spazio a disposizione. Non c’era un sistema di abbeveraggio. Sono così rimasta per un paio d’ore nei pressi del parcheggio fino a quando sono arrivati in due con le motrici ed hanno agganciato i rimorchi”.

Alla denuncia di presunti maltrattamenti di animali, Cucciolillo ha allegato anche una documentazione fotografica da dove si evince lo stato degli animali ed elementi utili per gli accertamenti da parte dei Carabinieri Forestali. Inoltre, Cucciolillo ha denunciato l’assenza di marchi di identificazione sui lobi delle orecchie dei suini.

-Claudio Buono-

 

 

 

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano