Resta ai domiciliari il sindacalista di Sala Consilina Mariano Santarsiere. Ieri i giudici del tribunale del Riesame di Salerno hanno respinto la richiesta di remissione in libertà. I legali di Santarsiere avevano avanzato la richiesta evidenziando che non sussisteva il rischio che il loro assistito potesse reiterare il reato perchè dimessosi dall’incarico sindacale.
L’indagine è partita nel settembre 2011, già nei mesi scorsi aveva portato all’arresto di due sindacalisti. Esisteva, secondo gli inquirenti, una struttura criminale che, attraverso professionisti prezzolati, presentava falsi documenti per avere accesso all’aiuto di Stato, mentre gli imprenditori continuavano ad impiegare regolarmente i dipendenti, assicurandosi la regolarizzazione di contributi previdenziali non versati proprio in ragione dello stato di cassa integrazione dei lavoratori. In parallelo percepivano i contributi della Regione per i corsi di aggiornamento che i cassintegrati devono seguire.

– Erminio Cioffi –

  • Articolo correlato

10/02/2014 – Sala Consilina: Presunta truffa all’INPS, oggi udienza al Riesame. Richiesta revoca dei domiciliari per Santarsiere


 

Commenti chiusi