È stato sospeso dall’incarico il direttore del servizio di Prevenzione, igiene e sicurezza degli ambienti di lavoro dell’Asl Salerno, Giuseppe Pisacreta, arrestato giovedì mattina dai carabinieri di Pollica per tentata induzione indebita a dare o promettere utilità.

Lo riporta il quotidiano “La Città di Salerno”. Il dirigente dell’Asl aveva promesso di chiudere un occhio su presunte irregolarità riscontrate in alcuni cantieri edili del Comune di Pollica in cambio di un parere favorevole al condono edilizio presentato dalla moglie. Ieri mattina, il direttore generale dell’Asl Antonio Giordano ha aperto un’inchiesta interna e ha provveduto a rimuoverlo dall’incarico assegnando le funzioni all’ingegnere Giuseppe Rizzo.

“Attualmente non ho ancora ricevuto nulla di ufficiale – spiega Giordano – ma appena ho appreso la notizia ho provveduto ad assegnare le funzioni a un altro operatore. Anche perché il servizio di Prevenzione, igiene e sicurezza degli ambiente di lavoro deve continuare a lavorare, non può fermarsi”. E anticipa ulteriori provvedimenti disciplinari: “Verrà certamente inviato tutto alla Commissione di disciplina – ha aggiunto – e faremo tutti gli atti necessari di nostra competenza in attesa degli esiti dell’inchiesta della magistratura”.

I militari, diretti dal maresciallo Lorenzo Brogna e coordinati a livello territoriale dal capitano Mennato Malgieri, hanno avviato le indagini che si sono protratte per alcuni mesi. Poi, giovedì mattina, il blitz nella stanza del sindaco Pisani dove Pisacreta si era recato per “sistemare” la pratica della moglie. Il dirigente, nelle prossime ore, sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari.

– redazione – 


  • Articolo correlato

15/09/2016 – Pressioni e minacce al tecnico del Comune di Pollica. Arrestato dirigente ASL


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.