Una protesta pacifica denominata di “guerrilla gardening“, per sensibilizzare il Comune a intervenire nella sistemazione delle strade.

E’ questo quanto avvenuto a Potenza, in località Aria Silvana, zona situata a pochi passi dalla cittadella di Bucaletto. I cittadini del posto hanno piantato dei fiori nelle buche stradali riempiendo tutte quelle presenti sulla strada. Il perché? Per protestare contro quelli che definiscono “rarissimi interventi di approssimativa manutenzione”, che non avrebbero mai tamponato il problema delle voragini createsi sul manto stradale.

Con “guerrilla gardening” si intende una forma di giardinaggio praticata su terreni sui quali non si ha il diritto legale di coltivare, come terreni abbandonati, aree dismesse o proprietà private.

Le aree rurali ritenute erroneamente fuori dal dibattito politico – hanno fatto sapere i cittadini di Aria Silvana – offrono un’occasione di riflessione, soprattutto in preparazione delle azioni comprese nei programmi dei fondi comunitari 2021-2027. Abbiamo deciso di prenderci cura della nostra contrada, la nostra casa. Ci siamo rimboccati le maniche, anche a seguito delle segnalazioni nel tempo fatte al competente Assessorato comunale all’Ambiente, senza alcun riscontro operativo conseguente”.

Inoltre, durante l’iniziativa i cittadini, che si riconoscono nel gruppo associativo “Aria Silvana”, hanno effettuato la periodica pulizia della contrada dai rifiuti abbandonati e hanno installato e fatto benedire da don Luigi e don Salvatore della Parrocchia Santa Maria della Speranza di Bucaletto un cartello stradale con indicazione della via.

La giornata si è conclusa con la pacifica protesta.

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano