I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno arrestato una 34enne pregiudicata di Polla per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di controlli antidroga svolti a tappeto sul territorio valdianese, hanno notato che l’auto condotta dalla donna con a bordo la figlia di 2 anni, alla vista dei militari, ha accelerato la marcia dirigendosi verso l’A2 del Mediterraneo. I militari, insospettiti da tale improvvisa accelerazione, hanno controllato il veicolo che è risultato apparentemente regolare.

La perquisizione personale, svolta dal personale femminile dell’Arma, ha permesso però di ritrovare un involucro, sapientemente sagomato con del nastro adesivo per nasconderlo meglio negli slip, contenente all’incirca un etto di hashish e cocaina. Ulteriori quantitativi di cocaina ed hashish sono stati ritrovati sparsi sul tavolo della cucina dell’abitazione dell’arrestata.

La 34enne è risultata anche percettrice del reddito di cittadinanza e segnalata all’INPS per la revoca del beneficio. Per lei sono scattate le manette ed è stato interessato il servizio sociale per la cura della bambina.

– Chiara Di Miele –

4 Commenti

  1. Valentina Marro says:

    Cara Annamaria prima di aprire bocca tanto x farle.prendere aria,le Dico sl una cosa che quando nn sapete cosa sia successo realmente tenete quella fogna fi bocca kiusa,e poi pensate a puntare il dito contro una xsona che nemmeno conosce… ..

  2. annamaria says:

    Io l’avrei ammazzata. Se la bambina avrebbe assaggiato la droga sul tavolo? Non mi dispiace affatto di lei che è madre ignorante-irresponsabile e stronza, ma della figlia che ha rischiato di avvelenarsi con gli stupefacenti a disposizione. Una madre così …. che percepisce anche il reddito di cittadinanza ? Perchè non controllare prima di darle soldi inutili per lei (visto che spaccia) e perchè non toglierle definitivamente la figlia che troverà una famiglia che le voglia tanto bene e rispetto???

    • Gentile signora,la protagonista dell’articolo non merita alcun riguardo ; cio’ detto ,vi sono dei giudici che decideranno la pena e il destino della piccola ,non si lanci in intemerate giustizialiste,e ricordi che anche il congiuntivo merita rispetto.

    • Brava signora:farebbe tutto da sola ,giudice e boia ,e magari adotterebbe la piccola ,perche’ lei,di sicuro,e’ una madre modello.Ignora ,pero’,che la giustizia e’ amministrata dai giudici e che,a volte,necessita adoperare il congiuntivo.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*