Si è tenuta ieri mattina la terza udienza presso la Corte di Assise di Potenza, del processo a carico del 27enne di nazionalità Ucraina Dmytro Zastanevsky finito sul banco degli imputati con l’accusa di essere l’assassino di Olena Tonkoshkurova, la massaggiatrice 50enne di conazionale del 27enne barbaramente uccisa a Polla, nella sua abitazione in via Porta Del Bagno, il 25 giugno dello scorso anno.

Ieri mattina i giudici hanno proseguito con l’escussione dei testimoni, iniziata nella precedente udienza. Il 27enne ucraino è difeso dagli avvocati Michele Galiano e Sebastiano Tanzola del foro di Sala Consilina. Il cadavere della massaggiatrice era stato rinvenuto riverso sul letto nella sua abitazione con una profonda ferita da arma da taglio alla gola che ne aveva causato la morte per dissanguamento.

Nella prossima udienza a fine novembre si andrà avanti con la deposizione di altri  testi.

– Erminio Cioffi –


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*