Il gruppo politico “Insieme per Polla”, guidato da Antonio Coppola, torna all’attacco: nel mirino le indennità di carica percepite dal sindaco Rocco Giuliano e la sua Giunta.

“Vacche magre e vacche grasse”: questo il titolo del manifesto che campeggia per le vie principali del paese. L’amministrazione è accusata di guardare alla situazione economica, utilizzando due pesi e due misure. “Vacche magre per tutte le famiglie in situazioni precariescrivono da Insieme per Polla –  a cui è stata designata la somma di 547,13 euro per i bisogni primari. La cifra si commenta da sola. Se ipotizziamo come possibili fruitori almeno 10 famiglie, con 4 componenti ciascuna,  avremo un importo mensile pari a 1 euro e 13 centesimi”.

Vacche grasse, invece, per gli amministratori che, con determina del 16/12/2013, si sono liquidati somme complessivamente pari a circa 30.000 euro. “Riteniamo che una casta così insensibile meriti di essere mandata a casa – conclude il manifesto –  per vedere come veramente si guadagna il pane, soprattutto in un momento in cui altre amministrazioni hanno dato esempi virtuosi, rinunciando alle indennità di carica”.

La replica del sindaco Rocco Giuliano è secca: “E’ la legge che prevede le indennità di carica, a retribuzione del lavoro svolto e noi in campagna elettorale non abbiamo mai fatto mistero del fatto che le avremmo percepite. Si tratta, dunque, di una situazione ingigantita solo a fini diffamatori. Noi, intanto, continuiamo a lavorare per il bene del paese, affinchè possa diventare un comune virtuoso”, ha concluso il sindaco.

– Annachiara Di Flora – ondanews –

 

Commenti chiusi