D. – Quando è stata costituita la Sua azienda “Gruppo Curcio Trasporti” di Polla e in che settore opera?

R. – “L’azienda è stata costituita nel lontano 1973 da mio padre Giovanni. Allora si occupava semplicemente di trasporti merci in ambito regionale, oggi invece ci siamo estesi a servizi logistici, depositi, spedizioni internazionali sia stradali che multimediali. L’azienda ha sede a Polla, una filiale a Reggio e un deposito nei pressi di Marsiglia, esattamente a Saint Martin de Crau. Attualmente diamo lavoro a 103 unità sui vari siti, tra autisti, magazzinieri, meccanici e amministrativi”

D. – Il Gruppo Curcio è un’azienda a “impatto zero”. Cosa significa?

R. – “Si, possiamo definirla ad impatto zero. Pensiamo al progetto della multimodalità, che già oggi rappresenta il 15% del nostro fatturato, e che ha permesso di far percorrere circa 1.500.000 di km stradali in meno alle merci da noi spedite. Inoltre, oltre la metà del nostro parco veicolare è dotato di motori euro 5 e, da qualche giorno, abbiamo immatricolato dei nuovi veicoli addirittura Euro 6. Infine, la struttura logistica di Polla è dotata, da ormai 4 anni, di un impianto fotovoltaico da 120kw che, non solo rende autonoma la struttura, ma ci consente di cedere in rete oltre il 90% della produzione dell’energia”

D. – La congiuntura economica sfavorevole quanto ha inciso sulla Sua attività?

R. – “La congiuntura economica ha rappresentato una grande opportunità di crescita per la nostra realtà. Bisogna rendersi conto che ormai i tempi sono cambiati, le dinamiche di mercato sono in continua evoluzione, per cui ciò che bisogna fare non è piangersi addosso ma svegliarsi e andare a proporsi su nuovi mercati con nuove idee”

D. – Quanto è difficile, se lo è, fare impresa al Sud e, in particolare nel Vallo di Diano?

R. – “Chi opera nel nostro settore incontra non poche difficoltà. Noi ci troviamo a 130km dal primo terminal ferroviario e distanti dai centri importanti. In ogni caso mi piace più parlare dei punti di forza del nostro Vallo di Diano, e cioè del contesto territoriale sano, e delle risorse umane costituite soprattutto da giovani che hanno voglia di imparare. Il Vallo racchiude importanti realtà imprenditoriali, spesso poco conosciute, ma che rappresentano importanti realtà molto spesso nazionale ed in alcuni casi anche in ambito internazionale”

D. – Proviamo a tracciare un bilancio della Sua attività a circa 60 anni dalla sua fondazione, con uno sguardo alle prospettive di sviluppo.

R. – “Spesso mi confronto con colleghi imprenditori a cui dico sempre la stessa cosa, e cioè che avendo solo 40 anni, essendo circondato da una squadra forte e avendo 3 figli maschi, non si può che essere doverosamente ottimisti, chiaramente con cautela e senza false illusioni. Bisogna stare continuamente all’erta e vigili ai cambiamenti, viviamo nel pieno della globalizzazione per cui dobbiamo aprirci a nuove idee ma soprattutto a nuovi   mercati. Per quanto ci riguarda, proprio in questi giorni stiamo lavorando ad un importante progetto che ci vede al fianco di una famosa azienda francese per la distribuzione dei loro prodotti in Italia venduti sui moderni canali e-commerce”.

– Annachiara Di Flora –


– messaggio promozionale –


Un commento

  1. raponi generoso says:

    sig curcio buongiorno ,se ricevi questo messaggio nn lo so ma io conosco tanti autisti tuoi carichiamo insieme alla maison du mond a saint martin de crau vorrei tanto tornare in italia vicino alla mia famiglia ho 39 anni sono cosi dicono un bravo lavoratore e sincero ,non devo implorare nessuno ,gli dico solo che se verro con te ed è molto penso difficile ,nerimarrra contento ,se non gli vado bene giuro che vado via senza giustificazioni .il mio numero lo sa gia ,è 3892768400

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*