Multe fino a 103 euro per chi va in giro in maschera a Polla nel periodo di Carnevale. Si “salva” solo chi non ha più di 14 anni.

Nei giorni scorsi il primo cittadino Rocco Giuliano ha pubblicato un’ordinanza per tutelare la quiete e la sicurezza pubblica in occasione delle manifestazioni Carnevalesche.

Il sindaco nella premessa del provvedimento spiega che si è reso necessario per evitare l’utilizzo di bombolette spray con getto di liquidi schiumogeni, in particolar modo negli orari di uscita dalla scuola degli studenti e nelle ore serali lungo le strade del centro urbano. L’ordinanza, giustamente, punisce chi fa uso delle bombolette con una sanzione pecuniaria che va da un minimo di 25 ad un massimo di 200 euro.

Ha suscitato qualche malumore, invece, il secondo punto del provvedimento sindacale che vieta a chi ha più di 14 anni di comparire mascherato in pubblico a meno che non si tratti di manifestazioni in maschera collettive che siano state preventivamente autorizzate dalle autorità di Pubblica Sicurezza. Per chi contravviene al divieto è prevista una multa che va da un minimo di 10 euro ad un massimo di 103 euro.

L’ordinanza tra l’altro contiene anche un “piccolo” errore, il sindaco ha sbagliato l’anno del Carnevale scrivendo 2014 invece di 2015.

– Erminio Cioffi –


7 Commenti

  1. Ma sbaglio o nell’ordinanza si legge che il divieto è sino alla fine dei festeggiamenti del Carnevale 2014?
    Aeh che Gaffe!

  2. x me sopprimere la festività dei bambini con l’alibi dei disordini è sbagliato,anche perchè finora non è successo mai niente di irreparabile

  3. Che idiozia

  4. Pensate alle cose serie

  5. Mario Senatore says:

    Siamo alle solite: vogliamo ” la botte piena e la moglie ubriaca”.
    Per me il Sindaco ha fatto bene e me ne compiaccio. Mi dispiace solo per quei giovani perbene che si vedono “penalizzati”, ma tant’è: purtroppo ci sono anche i lestofanti che aspettano l’occasione per intrufolarsi e guastare la festa a tutti.
    I tempi sono alquanto torbidi e allora bisogna seguire il detto “secondo il matrimonio si porta il concertino”.
    Bravo, Sindaco!

  6. purtroppo no,tutto vero. L’amministrazione di Polla ti riesce a far trovare sempre qualcosa per andar via da questa valle di lacrime.

  7. ma sta scherzando?

Rispondi a CarolinaR Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.